Presentazione del catalogo "Tra le pieghe del dubbio"

Di Gino Sabatini Odoardi

Evento concluso

Venerdì 22 marzo 2024, alle ore 17.30, all’Imago Museum, in collaborazione con Feltrinelli Librerie, avremo il piacere di presentare il catalogo monografico “Tra le pieghe del dubbio” di Gino Sabatini Odoardi, edito da Maretti Editore. 

Interverranno, con l’artista, Claudio Libero Pisano, curatore e docente di Museologia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, Adriana Polveroni, saggista, curatrice e docente di Fenomenologia delle Arti Contemporanee presso la NABA di Roma, e Franco Pomilio, Presidente della Pomilio Blumm.
L’incontrò sarà moderato da Miriam Di Francesco, autrice per le riviste Segno ed Espoarte. Vi aspettiamo
Dalla quarta di copertina:
Con questo volume rivolto all’approfondimento del lavoro di Gino Sabatini Odoardi (Pescara, 1968), uno degli artisti più interessanti della sua generazione, si intende fornire una panoramica esaustiva dell’opera dell’artista: una significativa ricognizione attraverso le più importanti opere realizzate negli ultimi quindici anni di attività. Il lavoro che Gino Sabatini Odoardi porta avanti da decenni è sempre stato un lavoro di ricerca e approfondimento sulla vita e sull’arte. Partendo spesso da forme semplici e oggetti di uso comune, ha percorso un tragitto iconografico ampio e complesso che lo ha portato nell’ultimo decennio a cimentarsi con una forma sinuosa ed antica come quella della piega. Il panneggio, secondo la visione dell’artista è considerato “un labirinto nomade senza finestre in grado di celare gli innumerevoli risvolti della vita, dove niente è chiaro e rivelato”. Ha indagato negli anni anche diverse aree simboliche: il dogma (religioso e politico), la memoria, il concetto di postumo e soprattutto il bicchiere (simbolo anti-simbolico).
“Termoformatura in polistirene” è la definizione tecnica del procedimento industriale utilizzato dall’artista per realizzare gran parte dei suoi lavori, l’appropriazione di tale processo materico lo rende artista unico nel panorama italiano ed internazionale. Il volume è stato pubblicato in occasione della mostra dal titolo ‘Bilico’ tenutasi nel giugno 2023 presso la galleria Gowen Contemporary di Ginevra (Svizzera). I saggi critici introduttivi del volume sono di Claudio Libero Pisano e Adriana Polveroni. Completa la monografia una lunga conversazione con Beatrice Audrito e un’accurata bibliografia.

“Le opere finite sono perfette, anche nell’evidente studio millimetrico di ogni singola piega e nell’ossessione per il calcolo matematico. Anche pochi centimetri possono compromettere quanto Gino Sabatini Odoardi vuole dire, un errore di posizionamento lascerebbe muti quegli oggetti, che invece sanno anche urlare attraverso le modanature.” Dal testo La sicurezza degli oggetti di Claudio Libero Pisano.

“La termoformatura è l’immagine eloquente di un’altra sottrazione, avvenuta molto prima, prima del tutto. Una sottrazione che sembra non poter presagire neanche a un ‘possibile’. Il vuoto, l’assenza, il nulla che ne deriva ha molto a che fare con l’essere-nel-mondo di Gino Sabatini Odoardi”.

Dal testo Tra gettatezza e possibilità, la vita nova dell’arte di Adriana Polveroni Brossura, 304 pag. ed. Maretti 2023, edizione bilingue (italiano-inglese) a cura di Claudio Libero Pisano e Adriana Polveroni

FORMULA DI INGRESSO

INGRESSO GRATUITO 

Evento concluso

SCOPRI GLI ALTRI EVENTI E MOSTRE PASSATE